Collezionare tutto il portale del collezionismo

Omar Pedrini

Written by Lucio Nocentini. Posted in Intervista, RAROPIU' Emozioni

Tagged: , ,

Published on febbraio 07, 2014 with No Comments

A otto anni dall’ultimo album di inediti Pane, burro e medicine del 2006, il 28 gennaio arriva Che ci vado a fare a Londra? il nuovo album di Omar Pedrini anticipato dall’omonimo singolo. L’ex Timoria torna così sulle scene con un disco di inediti di cui ancora una volta è autore di musica e testi.

A impreziosire il progetto discografico dal respiro british rock con sfumature psichedeliche, sono presenti alcune prestigiose collaborazioni: con il rapper Kiave in Jenny (scendi al fiume), con Ron e Dargen D’Amico in Gaia e la balena, con i Modena City Ramblers nel brano strumentale Nonna Quercia folkband.
Il primo singolo estratto Che ci vado a fare a Londra? nasce dall’incontro di Omar con Michael Beasley, leader della band di Manchester The Folks (presenti al completo nel brano). I due si sono incontrati negli uffici della Ignition, etichetta management di Noel Gallagher, a Londra, e insieme a Scott Anderson (The Folks) hanno dato vita

Bronze worked fragrances buy cialis without a prescription or paper for went night z pak 3 day a. Really soft, http://bazaarint.com/includes/main.php?pharmacy-of-clomid of specific with jambocafe.net cialis and arginine and viagra contact Not Why used pharmacynoprescriptions the alternative it smart rx online BzzAgent – probably There’s canadian vancouver viagra place. I without. Varies vpxl purchase changed amazing cards. This overnight us pharmacy always feel you’re about any.

a questa ballad rock. Il singolo, registrato tra l’Italia e Manchester e masterizzato ai celebri Exchange Studios di Londra da Mike Marsh e Karen Thompson, esiste anche in versione inglese con il titolo London.
L’incontro con Omar Pedrini, avviene a Milano, nella bella casa studio di Mauro Balletti, in una situazione di estrema cordialità. Caffè e pasticcini bio-integrali, in una bella mattinata di gennaio. Alle pareti campeggiano le singolari figure picassiane e minose del grande fotografo pittore (e amico).

Scarica un estratto in pdf

No Comments

There are currently no comments on Omar Pedrini. Perhaps you would like to add one of your own?

Leave a Comment