MINA * Discografia Rifi

Written by Fernando Fratarcangeli. Posted in In copertina

Tagged: ,

Published on 09 Marzo, 2020 with No Comments

In occasione del suo ottantesimo compleanno, il 25 marzo, omaggiamo l’artista più importante della nostra scena musicale, pubblicando la seconda parte della sua sconfinata discografia, quella RiFi (Raropiù n°63). Mina con la nuova etichetta ha inciso dal ’63 al ’67, collezionando una serie di grandi successi, da Città vuota a E’ l’uomo per me, da Un anno d’amore a Se telefonando, da Sono come tu mi vuoi a La banda.

Nel ’63 la Rai chiude le porte a Mina, rea di essere ragazza madre. Nel frattempo si era liberata del contratto con la Italdisc, la sua prima etichetta discografica. Matalon, il proprietario, non ci sta e l’accusa di inadempienza contrattuale. La cantante ribadisce che il contratto l’ha stipulato con la Italdisce e non con la Ducale che nel frattempo ha assorbito quell’etichetta. In pratica però, Mina è priva di casa discografica. Se negli anni precedenti l’artista faceva gola a qualsiasi major, ora le stesse pensano che, fuori dalla televisione, sia oramai una cantante finita e c’è poca fiducia circa il suo futuro.

Scarica qui un estratto in PDF

No Comments

There are currently no comments on MINA * Discografia Rifi. Perhaps you would like to add one of your own?

Leave a Comment