LUCIO BATTISTI * Masters vol. 2

Written by Lucio Nocentini. Posted in In evidenza, Intervista, profilo artista, RAROPIU' Emozioni

Tagged:

Published on 08 Ottobre, 2019 with No Comments

A due anni dalla pubblicazione di Masters si completa ora il lavoro di restauro e rimasterizzazione dell’opera Battisti come non lo hai mai ascoltato. nell’occasione abbiamo raccolto le confidenze, gli aneddoti, i pensieri, di personaggi che sono stati vicini al grande artista.

Il cofanetto è composto di 48 brani che spaziano dalla sua prima incisione Dolce di giorno (1966) all’ultimissima produzione, ovvero quel Hegel che rimane il suo ultimo lavoro in studio, rimasterizzati a 24bit/192khz direttamente dai nastri originali. Insieme a essi un booklet con foto e interviste. Masters Vol. 2 è stato realizzato in due versioni, il cofanetto contenente quattro cd più un libretto di 40 pagine e uno stesso cofanetto composto da tre lp in vinile. Ascoltiamo il racconto di alcuni testimoni.

ALBERTO RADIUS Come hai cominciato a suonare con Battisti?

Io e Lucio ci conoscemmo quattordicenni, al Club dei Professionisti. Ma facevo già parte con un certo successo della Formula 3 quando mi contattò Mogol e mi coinvolse per lavorarci insieme. Con il budget messoci a disposizione comprammo la strumentazione, tra cui un Hammond C3 che per quei tempi era una vera rarità. Inoltre Lucio era innamorato del suono della mia chitarra: una Gibson Les Paul, che aveva un timbro molto rock, che avevano anche molti gruppi inglesi di successo.

Scarica qui un estratto in PDF

No Comments

There are currently no comments on LUCIO BATTISTI * Masters vol. 2. Perhaps you would like to add one of your own?

Leave a Comment