JULA DE PALMA * La donna che visse due volte… anzi tre! (parte 2)

Written by Redazione. Posted in In edicola, Intervista, RAROPIU' Emozioni

Tagged:

Published on settembre 15, 2016 with No Comments

Nel numero scorso Jula ci ha raccontato dei suoi inizi artistici, dei suoi Festival di Sanremo, di alcune vicende personali; situazioni che hanno comunque reso straordinario l’intero suo percorso artistico. E il racconto continua…

Nel 1964, durante il tuo lungo soggiorno a Roma, ricevesti un giovanissimo Paolo Limiti lo incoraggiasti a fare l’autore, non è vero? Paolo mi inviò alcuni testi affinché gli dicessi la mia impressione. Io li ascoltai e gli risposi subito con una lettera: “Non so che mestiere lei faccia, ma qualunque sia le conviene lasciarlo! Per me lei è un paroliere e poeta nato”. E lo invitai a casa nostra per conoscerlo. Entusiasta lui chiese a mio marito se poteva fare la mu- sica per questi testi. E facemmo Mille ragazzi fa. Cantare di una donna che parlava di un argomento così delicato in quegli anni… fu davvero coraggioso. Il pezzo andò benino. A Milano lo presentai a La fiera dei sogni, la trasmissione condotta da Mike Bongiorno, e fu invitato a sorpresa anche il giovanissimo autore Paolo Limiti. Poi feci altre due sue canzoni, sempre musicate da Carlo, mio marito, alla francese. Paolo è un amico molto divertente.

Scarica un estratto in Pdf

No Comments

There are currently no comments on JULA DE PALMA * La donna che visse due volte… anzi tre! (parte 2). Perhaps you would like to add one of your own?

Leave a Comment