GUIDA AL COLLEZIONISMO DISCOGRAFICO * PULITURA E RESTAURO DEI DISCHI 6° PUNTATA

Written by Germano Barban. Posted in In edicola, Senza categoria

Published on giugno 02, 2016 with No Comments

 

Nella stragrande maggioranza dei casi nel mercato del disco da collezione circola materiale usato di più o meno in buone condizioni che una volta acquistato può necessitare di qualche intervento di finissaggio per renderlo più idoneo all’ascolto e gradevole alla vista; interventi che se correttamente eseguiti impreziosiscono i nostri pezzi e possono dare ulteriore soddisfazione all’appassionato.

Per semplificare il ragionamento partiremo con un classico esempio di disco VG (Very good) acquistato ad una fiera del vinile.

1 – Copertina nera un po’ sbeccata sugli angoli che lasciano intravedere il bianco delle fibre di cartoncino.

2- Una (odiosa) etichetta applicata da un precedente rivenditore.

3- Un inner di carta con i testi delle canzoni spiegazzato e sporco. 4- (il peggiore) un pezzo di scotch trasparente che unisce due lembi.

5- Disco leggermente rigato e sporco.

Occorrente:

Pennarelli colorati, spugnetta morbida e un bicchiere di acqua, ferro da stiro (?) Si! Ferro da stiro, così oltre a recuperare il disco imparate la “nobile” arte, cottonfioc, sgrassatore da cucina e pulitore vetri con uno straccio pulito e morbido, alcool e due spazzoline di microfibra per dischi.

 

Scarica un estratto in pdf

No Comments

There are currently no comments on GUIDA AL COLLEZIONISMO DISCOGRAFICO * PULITURA E RESTAURO DEI DISCHI 6° PUNTATA. Perhaps you would like to add one of your own?

Leave a Comment