CRIPTE E INCUBI * 3° Puntata

Written by Germano Barban. Posted in Arte in copertina, In evidenza, storia cinema & musica, Storia sonora

Tagged: ,

Published on 06 Maggio, 2019 with No Comments

Dai primi anni ‘70 il cinema horror italiano si posiziona su tre ben distinti filoni che comprendono il giallo thriller, il classico horror di fattura medievale e ottocentesca e una originale new age di carattere surreale e psichedelico. Tutti però connotati dall’elemento gotico che ammanta torbide, sanguinose e soprannaturali vicende dalle cui costole nascono ulteriori sottogeneri.

Ad incentivare e mantenere vivo l’interesse per il cinema giallo e horror che diversamente come per altri generi avrebbe potuto rischiare la decadenza a breve termine, i produttori inseriscono nei film con la complice approvazione dei registi l’elemento erotico in modo sempre più esplicito. Il periodo in questo senso inizia tiepidamente a dimostrarsi favorevole per un concreto allentamento delle maglie censorie nel nostro Paese anche se, come vedremo, in modo contraddittorio. Anche registi tra i più importanti come Mario Bava e Antonio Margheriti utilizzano il sesso e l’erotismo come piccante condimento delle loro terribili storie. 

Scarica qui un estratto in PDF

No Comments

There are currently no comments on CRIPTE E INCUBI * 3° Puntata. Perhaps you would like to add one of your own?

Leave a Comment